Immaginario reale


Mostra fotografica multimediale
Sculture di Erminio Tansini
Dal 27 giugno al 6 settembre 2020

La quasi totalità dei materiali lignei che Erminio Tansini utilizza per le proprie sculture non è prelevata da segherie o depositi: invece, proviene dalle spiagge marine e dai greti dei torrenti.

Sono ceppi, radici, rami e tronchi: fluitati naturalmente dai corsi d’acqua, spiaggiati dalle correnti marine o franati dai costoni montani, spesso accatastati in luoghi difficilmente accessibili.

La maggior parte è recuperata nella zona dell’Appennino settentrionale: soprattutto Riviera di Levante, Val Trebbia e Val Taro; in misura minore Val Nure, Lunigiana e Val Tidone.

© «In arce»: tutti i diritti riservati – Pubblicato il 27 giugno 2020 – Aggiornato al 31 luglio 2020