Memorie


Mostra multimediale diffusa
Pittura, scultura, fotografia: opere di Erminio Tansini
Dal 9 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
Erminio Tansini, “Senza titolo”, 2017-2018, legno

La scultura è stata impostata nell’ottobre 2017 unendo tre elementi lignei provenienti da Monterosso al Mare e un altro recuperato nella valle del fiume Trebbia all’altezza di Travo. Il lavoro è stato completato nell’aprile dell’anno successivo.

Poche settimane dopo, fra il maggio e il giugno 2018, Erminio Tansini ha esposto l’opera nella mostra personale Visioni presso il Palazzo Farnese di Piacenza, evento inaugurale della serie espositiva itinerante «Forme, materia, colore».

Inoltre, fra il giugno e il settembre 2020, il pezzo scultoreo ha corredato la mostra fotografica multimediale Immaginario reale, allestita presso lo studio dell’artista.

La ripresa è stata effettuata in uno dei laboratori di Erminio Tansini il 3 ottobre 2017, il giorno successivo all’impostazione della scultura. Sulla destra, in secondo piano, compare l’artista stesso.

Le particolari condizioni dello scatto hanno prodotto un’immagine in cui le proporzioni fra soggetto scultoreo, figura umana, oggetti e fondale sembrano illusoriamente alterate.

Proprio riflettendo sui risultati di quest’immagine Erminio Tansini e Davide hanno sviluppato i principali concetti alla base della serie di sessioni fotografiche «Forme sfuggenti»: esaltare l’interazione visiva fra scultura e ambientazione, individuare scenari insoliti, ricercare la trasfigurazione delle immagini attraverso la sovrapercezione dei soggetti scultorei e lo studio della composizione.

La fotografia del 3 ottobre 2017 può essere quindi considerata la “foto zero” della rassegna «Forme sfuggenti».

Qualcuno la ha chiamata…

© «In arce»: tutti i diritti riservati – Pubblicato il 9 ottobre 2020 – Aggiornato al 10 novembre 2020