Memorie


Mostra multimediale diffusa
Pittura, scultura, fotografia: opere di Erminio Tansini
Dal 9 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
Erminio Tansini, “Senza titolo”, 2018, legno

Il pezzo è uno dei pochissimi elementi lignei destinati alla realizzazione delle sculture non selezionati e recuperati sotto la supervisione dell’artista.

È infatti un dono che Erminio Tansini ha ricevuto nel dicembre 2018 da un amico e collega, affinché ne facesse una scultura.

Curioso quanto datato, il blocco proviene dalle campagne del Cremonese occidentale: forse, è il segmento di un fusto di edera cresciuta avviluppandosi attorno al tronco di un’altra pianta. Comunque, non è possibile stabilire con sicurezza la specie dell’essenza originaria a causa dei ripetuti trattamenti effettuati per conservare la massa lignea, che hanno ricoperto la superficie con strati di cere e vernici.

Si può considerare una sorta di cimelio, presente da molti anni presso la famiglia del donatore. Erminio Tansini ha accettato il regalo come simbolo di amicizia e di stima.

Anche per rispettare e conservare il significato del dono, l’artista ha preferito limitare la lavorazione e la trasformazione del pezzo: lo ha ripulito, riorientato e riequilibrato fino a individuare una configurazione tale da esaltarne la notevole poliedricità.

Il blocco ligneo è stato esposto a corredo della mostra fotografica Concrete illusioni, allestita nel Palazzo San Pietro di Piacenza fra il maggio e il giugno 2019 per la serie itinerante «Chimere».

Qualcuno la ha chiamata…

© «In arce»: tutti i diritti riservati – Pubblicato il 9 ottobre 2020 – Aggiornato al 10 novembre 2020