Monterosso nel XV secolo


Storia del Medioevo e del Rinascimento
Dal 24 giugno al 6 novembre 2022
A cura di Davide Tansini
“Monterosso nel XV secolo”. A cura di Davide Tansini

La fine della seconda signoria sforzesca e la dedizione di Genova al re Luigi XII di Valois-Orléans coincidono con gli ultimi mesi del XV secolo.

Nonostante il ritorno sul trono milanese fra gli anni ’10 e ’20 del Cinquecento, gli Sforza non riescono più a riprendere il controllo della Superba, compressi nella loro agibilità politica dagli scontri tra il Regno di Francia e l’impero guidato da Carlo V d’Asburgo.

Soltanto nel 1528, dopo aver trascorso ulteriori periodi di turbolenze e di sottomissioni all’una o all’altra parte, la Dominante riesce a svincolarsi e a trovare un equilibrio non troppo precario, in grado di rilanciarla come attore politico ed economico.

Proprio l’alleanza con la Corona iberica, consolidatasi nella prima metà del XVI secolo, delinea un’importante direttrice per le vicende liguri dell’Età Moderna.

Pur non potendo compensare la perdita quattrocentesca delle colonie e delle rotte commerciali lungo i mari Egeo e Nero, la collaborazione con gli Asburgo di Spagna concorre ad aprire nuovi mercati attorno al Mediterraneo occidentale e all’Atlantico.

Empori e concessioni sono ottenute a Tabarca e a Panama, mentre forti presenze genovesi si registrano a Cadice e a Lisbona. Quella facente capo alla Superba diviene fra Cinquecento e Seicento una delle principali reti bancarie dell’Europa.

È il siglo de los genoveses, che fa il paio (e in parte coincide) con il siglo de oro della nazione spagnola.

Precede tutto questo, fra luci e ombre, un periodo molto intenso e travagliato, segnato da un continuo saliscendi di crisi e di riprese.

Proprio nel XV secolo si attesta e si canonizza l’immagine delle Cinque Terre diffusasi durante l’Età Moderna e Contemporanea, che tanta fortuna riscuote ancor oggi.

Sempre nel Quattrocento il borgo monterossino prosegue il suo avvicinamento dall’area collinare alle risorse rappresentate dal mare: processo continuato e consolidatosi nel corso dell’Evo Moderno, fino a raggiungere quell’originale equilibrio fra acqua e terra che compone l’essenza di Monterosso.

© Davide Tansini: tutti i diritti riservati – Pubblicato il 24 giugno 2022 – Aggiornato al 10 luglio 2022